L’inefficacia delle rastrelliere tipo scolapiatti, e quali sono le rastrelliere più sicure [foto]

Immagine da Luca Guala

Le famigerate rastrelliere tipo scolapiatti, molto diffuse in Italia dove i comuni di solito ne sanno poco di ciclabilità, possono andar bene in luoghi dove le bici sostano pochi minuti (per esempio davanti a un negozio, in prossimità di una farmacia) ma sono inadatte per una sosta sicura più lunga.

Le biciclette infatti vanno legate dal telaio a un supporto fisso, per esempio una cancellata, se possibile, oppure una transenna come si vede nella foto, dove si vede anche una ruota abbandonata ancora legata alla rastrelliera scolapiatti mentre il telaio della bicicletta è stato rubato.

Una tecnica che usano i ladri professionisti infatti è quella di passare col furgone, staccare le bici dalla ruota davanti (quelle che sono legate alla ruota davanti) e portarsele via senza ruota, che verrà sostituita prima di mettere la bici rubata sul mercato clandestino.

Un’altra tecnica è togliere la ruota da una bici che ce l’ha libera e metterla alla bici rubata, andando via pedalando. Questi sono i motivi per cui le bici vanno legate più in alto possibile, legando anche entrambe le ruote, soprattutto se hanno lo sgancio veloce.

Le migliori rastrelliere per le biciclette sono le transenne oppure le rastrelliere ad archetto come quelle dalle foto qui sotto. Segnalatele all’ufficio tecnico del vostro comune.

Le rastrelliere ad archetto sono molto economiche, semplici da installare e consentono di legare due bici per archetto. Installandole a circa un metro di distanza fra di loro ce ne stanno cinque in un posto auto (5 metri), consentendo il parcheggio a 10 biciclette al posto di una singola automobile.

Per legare in modo sicuro le biciclette la tecnica migliore è quella di usare due sistemi diversi, per esempio un archetto a U e una catena, in modo da costringere l’eventuale ladro a usare due attrezzi diversi: una fresa portatile, rumorosa, per l’archetto a U e un tronchese per la catena, perdendo più tempo per scassinare e rischiando di farsi notare. Inoltre è bene legare la bici più in alto possibile a un supporto fisso o ingombrante (rastrelliera, palo, lampione, transenna, cancellata), comprendendo sia la ruota posteriore sia la ruota anteriore. Quando si lega la bici a un palo, attenzione che il palo stesso non sia estraibile o privo di segnale (succede). Se è estraibile, il ladro che lo sa passa col furgone, estrae il palo e porta via la bici ancora legata dopo aver rimesso a posto il palo. Se in vece il palo è privo di segnale (anche questo succede), alza la bici fino a far passare la catena oltre il palo e se ne va in furgone, sempre con la bici ancora legata.

Per i puntigliosi e cavillosi che obiettano che è vietato legare le bici ai pali eccetera: dipende dall’eventuale regolamento comunale e dall’eventuale disponibilità di rastrelliere in zona.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a L’inefficacia delle rastrelliere tipo scolapiatti, e quali sono le rastrelliere più sicure [foto]

  1. Giancarlo Brunelli ha detto:

    Tutto vero; sta diventando un grosso problema anche parcheggiare la bici specie se di valore

    "Mi piace"

  2. Beppe ha detto:

    Le rastrelliere sono da ABOLIRE sempre perché oltre ad essere totalmente INSICURE danneggiano facilmente i raggi di bici con ruote non larghe. Ho una bici con ruote 700×28 e più volte ho avuto problemi perché i raggi finiscono per appoggiarsi alla rastrelliera e vengono piegati.

    "Mi piace"

  3. Giovanni IACOBELLIS ha detto:

    Semmai tronchese non troncese

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...