Incidenti stradali in Italia: 10 morti al giorno, 725 feriti al giorno

incidente-stradale2

Gli automobilisti sono la categoria più coinvolta negli incidenti stradali (70%). Seguono i passeggeri trasportati (14%) e i pedoni (14%).

Qui il documento riassuntivo dei dati Istat sugli incidenti stradali in Italia nel 2012: incidenti_stradali_anno-2012_def

Si stratta di 500 incidenti al giorno con lesioni a persone: 10 morti ogni giorno, 725 feriti ogni giorno.

Ecco una breve sintesi (dall’introduzione del documento):

  1. Nel 2012 si sono registrati in Italia 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti (entro il trentesimo giorno) sono stati 3.653, i feriti 264.716.
  2. Rispetto al 2011, gli incidenti diminuiscono del 9,2%, i feriti del 9,3% e i morti del 5,4%. Tra il 2001 e il 2012 la riduzione delle vittime della strada è stata pari al 48,5%, con una variazione del numero dei morti da 7.096 a 3.653 (Figura 1).
  3. Nella UE27, sono morte nel 2012 in incidenti stradali 27.724 persone (l’8,8% in meno rispetto al 2011) ovvero 55 persone ogni milione di abitanti. L’Italia ha registrato un valore pari a 60,1, collocandosi al tredicesimo posto nella graduatoria europea, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia.
  4. Sulle strade urbane, nel 2012, si sono verificati 141.715 incidenti, con 191.521 feriti e 1.562 morti; sulle autostrade gli incidenti sono stati 9.398, con 15.852 feriti e 330 decessi. Sulle altre strade extraurbane, ad esclusione delle autostrade, si sono verificati 35.613 incidenti, con 57.343 feriti e 1.761 morti.
  5. Gli incidenti più gravi avvengono sulle strade extraurbane (escluse le autostrade), dove l’indice di mortalità raggiunge il livello di 4,94 decessi ogni 100 incidenti. Sulle strade urbane si registrano 1,10 morti ogni 100 incidenti, sulle autostrade 3,51. Rispetto al 2011, l’indice di mortalità risulta in aumento per
    strade extraurbane e autostrade (era pari rispettivamente a 4,73 e 3,07), rimane invece stabile per le strade urbane.
  6. L’indice di mortalità raggiunge il valore massimo alle 3, alle 5 e alle 6 del mattino (4,64 decessi ogni 100 incidenti, media giornaliera pari a 1,96); la domenica è invece il giorno nel quale si registra il livello più elevato, con 2,99 morti per 100 incidenti. Nella fascia oraria notturna (compresa tra le 22 e le 6 del mattino),
    l’indice è più elevato fuori città, il lunedì e il giovedì notte (7,71 e 7,74 decessi per 100 incidenti).
  7. In sette casi su dieci le vittime di incidenti stradali sono conducenti di veicoli (70,0%), nel 14,6% passeggeri trasportati e nel 15,4% pedoni.
  8. Tra i 2.555 conducenti deceduti a seguito di incidente stradale, i più coinvolti sono individui che hanno fra i 20 e i 49 anni di età (1.321 in totale, pari al 51,7%); in particolare giovani 20-24enni e adulti tra i 40 e 44 anni. Sale ancora la quota di conducenti di biciclette morti in incidenti stradali: +2,5% tra il 2012 e 2011
    dopo il +7,2% registrato l’anno precedente.
  9. La categoria di veicolo più coinvolta in incidente stradale è quella delle autovetture (66,3%); seguono i motocicli (13,6%), gli autocarri (6,5%), le biciclette (5,2%) e i ciclomotori (5,0%).

Qui gli incidenti stradali in Toscana, Lombardia e Lazio.

Non tutti sono così fortunati.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Incidenti stradali in Italia: 10 morti al giorno, 725 feriti al giorno

  1. Pingback: I ciclisti sportivi sono antipatici? Sì. Ma le auto sono pericolose. | Benzina Zero

  2. Pingback: Per risolvere i problemi di traffico basta l’educazione? O forse ci sono solo TROPPE auto? | Benzina Zero

  3. Pingback: Complicazioni e burocrazia. L’idea di Assoedilizia per la sicurezza stradale. | Benzina Zero

  4. Pingback: #bastamortinstrada domenica 9 novembre 2014 in tutte le piazze d’Italia | Benzina Zero

  5. Pingback: “Il problema sono i ciclisti sui marciapiedi” – 1 | Benzina Zero

  6. Pingback: Famiglia attraversa l’autostrada… | Benzina Zero

  7. Pingback: Troppe auto in Italia. I numeri dall’Aci lo confermano da anni | Benzina Zero

  8. Pingback: Come risparmiare sull’RC Auto | Benzina Zero

  9. Pingback: La vernice magica Volvo: operazione di marketing e pr | Benzina Zero

  10. Pingback: Petizione per chiedere alla Volvo di applicare la “Life Paint” a tutti i suoi veicoli | Benzina Zero

  11. Pingback: Ciclisti sportivi: pedalare in gruppo probabilmente è più sicuro che andare da soli | Benzina Zero

  12. Pingback: Costi diretti e indiretti dei diversi mezzi di trasporto | Benzina Zero

  13. Pingback: Costo degli incidenti stradali: circa 700 euro per ogni italiano. Ogni anno | Benzina Zero

  14. Pingback: La grande truffa dell’automobile | Benzina Zero

  15. Pingback: Una scomoda verità: in 100 anni è morta più gente in auto che in guerra | Benzina Zero

  16. Pingback: Media e politica: due pesi e due misure sugli incidenti stradali | Benzina Zero

  17. Pingback: L’attentato terrorista fa notizia, ma in Europa l’ecatombe è sulle strade | Benzina Zero

  18. Pingback: Il giornalismo investigativo della Nazione di Viareggio | Benzina Zero

  19. Pingback: Un’idea intelligente per le aree pedonali controverse | Benzina Zero

  20. Pingback: L’auto a guida automatica può ridurre gli incidenti del 90%, salvando milioni di persone | Benzina Zero

  21. Pingback: 2014. In Toscana aumentano gli incidenti stradali | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...