Più strade costruisci, più aumenta il traffico. Ecco perché (1)

enorme svincolo autostradale los angeles

“Conosco un posticino, subito dietro l’angolo…”

Più il veicolo è grosso e pesante, più le cose si complicano.

Strade grandi peggiorano il traffico, aumentando il numero di auto in circolazione. È controintuitivo, ma il fenomeno si può spiegare così:

Una rete stradale ideale, con il numero giusto di auto e guidatori prudenti e disciplinati. (Quella vera è molto più complicata). Anche nel mondo ideale, i punti deboli sono gli incroci.

Immagina che la rete stradale sia una griglia rettangolare, come una scacchiera, perfettamente ottimizzata. Le auto circolano in modo ideale, senza alcun intoppo. E magari trovano anche sempre parcheggio.

In questa griglia ideale (esattamente come nella realtà) i punti deboli sono gli incroci.

Senza incroci non hai rete stradale. Ma più strade fai, più incroci crei.

È lì che i veicoli possono trovare rallentamenti, avere collisioni, creare “il traffico”, gli ingorghi, le code, le perdite di tempo. Li puoi ottimizzare finché vuoi, con semafori computerizzati o con rotonde ben progettate, ma l’incrocio fra due strade è sempre un collo di bottiglia.

Se nella griglia ideale aumenta il numero di auto, aumentano i problemi agli incroci, quindi si creano rallentamenti, code, eccessi di traffico.

Creare nuove strade può alleviare temporaneamente il traffico, ma inevitabilmente, crea nuovi incroci. In altre parole, creare nuove strade aumenta la complessità della griglia e aumentano i colli di bottiglia. Se i veicoli sono pochi, non è un grosso problema. Se i veicoli sono tanti, come nelle città italiane, con l’aggiunta di nuove strade i tempi di percorrenza possono aumentare. È un paradosso? Sì, è il paradosso di Braess.

Non c’è modo di sfuggire. Più segmenti stradali aggiungi, più aumentano gli incroci e la complessità. E i segmenti stradali veloci portano più auto, più rapidamente, presso i colli di bottiglia.

Più crei strade grandi e veloci, più le auto arrivano velocemente e in maggior numero presso i colli di bottiglia, gli incroci (che nella rete autostradale sono gli svincoli, le entrate e le uscite, le tangenziali, le bretelle, ecc). Nella rete autostradale, la rete più veloce che c’è per le auto, gli svincoli a quadrifoglio non sono “un modo veloce” per uscire: sono un modo per rallentare le auto che stanno affrontando un incrocio.

Svincolo a quadrifoglio. Serve per rallentare le auto in uscita e accelerare quelle in entrata. Anche in questo caso, l’incrocio genera un inevitabile rallentamento.

Se la costruisci, la useranno.

In più, nella vita reale, più strade crei, più la gente è incoraggiata ad usare l’auto, perché tutti gli abitanti toccati dalla nuova strada sono incoraggiati a farne uso. Succede lo stesso con i parcheggi. Nelle città, per quanti ce ne siano, non bastano mai: i posti auto sono di più del numero di auto presenti. In alcune aree urbane ci sono 3,5 posti auto per ciascuna auto, ma ugualmente non si trova parcheggio: il 30% dei km percorsi in città vengono fatti per cercare parcheggio. A meno che non diminuiscano le auto.

I modi per migliorare la situazione sono quindi due:

  • Ottimizzare al massimo la circolazione evitando ogni genere di collisione. In pratica sistemi automatici di guida in grado di regolare ed ottimizzare velocità e distanze in rapporto alla densità di traffico, cercando di ridurre al massimo la necessità di rallentare in coda per consentire il deflusso all’inizio del rallentamento.
  • Ridurre le dimensioni dei veicoli, ergo usare moto, ciclomotori e biciclette. Con il vantaggio che se i veicoli sono più piccoli, minori sono gli stress che questi impongono al manto stradale, con minori costi di manutenzione. Una pista ciclabile costa meno di 100.000 euro al km. Un’autostrada costa 22 MILIONI di euro al Km. Una stradina di campagna costa due milioni di euro al km.

Creare nuove strade per le auto invece aumenta la complessità del sistema, aumentando i punti critici: più strade crei più incroci ci sono, più velocemente le auto arrivano agli incroci, più rapidamente si accumulano.

Traffic intersection_Los Angeles

Los Angeles, probabilmente la città mondiale più a misura d’automobile. Non è un bello spettacolo

In sintesi: Più le auto arrivano velocemente ai colli di bottiglia, più rapidamente si imbottigliano.

Più il veicolo è grande, più le cose si complicano.

C’è un altro motivo per cui le nuove strade attirano auto: 9 auto su 10 normalmente stanno ferme, quindi in qualsiasi momento ci sono nove auto “a magazzino” che possono entrare in circolazione. Il fenomeno è spiegato qui.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Più strade costruisci, più aumenta il traffico. Ecco perché (1)

  1. Pingback: Il problema del traffico è la #bicicletta o l’#automobile? | Benzina Zero

  2. Pingback: Strategie della Commissione Europea per la Mobilità Urbana | Benzina Zero

  3. Pingback: Variante di Valico: code risolte? Forse | Benzina Zero

  4. Pingback: 10 leggende sbagliate su auto, strade, parcheggi e traffico | Benzina Zero

  5. Pingback: Per ridurre il traffico occorre smettere di sovvenzionare le auto [The Economist] | Benzina Zero

  6. Pingback: L’auto privata in città è ingombrante e inefficiente. Ecco perché | Benzina Zero

  7. Pingback: “Come guideremo nei prossimi 100 anni?” si chiede BMW nel suo spot. Alcune ipotesi | Benzina Zero

  8. Pingback: In città l’automobile ha fallito le sue promesse pubblicitarie e di mobilità | Benzina Zero

  9. Pingback: Auto=traffico. Non è mai esistita un’età dell’oro dell’automobile | Benzina Zero

  10. Pingback: Perché c’è traffico anche a Los Angeles? | Benzina Zero

  11. Pingback: “La nuova superstrada eliminerà il traffico per generazioni”. E invece aumenta | Benzina Zero

  12. Pingback: Vuoi fluidificare il traffico? Rallentalo | Benzina Zero

  13. Pingback: Perché costruire nuove strade porta più traffico auto (2) | Benzina Zero

  14. Pingback: Mobilità Senza Destinazione – Riconnettere Modena

  15. Pingback: Quello che a Firenze non hanno capito del traffico | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...